La città degli Angeli – Archangelos V. Romanzo Soprannaturale +18

Scopri la conclusione di questa straordinaria serie di romanzi paranormali.

Jev si sente completamente perso.

Cosa può succedergli ancora? Ha perso di nuovo Lilith e, con lei, è sfumata anche la vera ragione della sua esistenza. Si è lasciato andare alle emozioni e ha lasciato perdere tutto. Si è arreso alle tentazioni della vita e ai bisogni umani. Non gli importa neanche di essersi imbattuto in Meth e di condividere per il momento una stanza con lui. Sa che non era la cosa giusta da fare, ma non gli è importato.

Nel frattempo, Mike, Uryan, Gabe e Ralph sperano che la situazione del capo non sia così critica e di poter tornare a casa presto per ripristinare l’ordine naturale delle cose. Ma quando arrivano dove si trova Jev e proprio quando Mike crede che le cose non possano andare peggio, scoprono che è proprio Meth che cerca di tenere Jev a galla. Sì, lo stesso Meth che tutti loro consideravano un traditore.

Lilith non vede l’ora di avere di fronte Jev per dirgli quanto lo ama ma sa che, prima di arrivare a quel punto, Jev deve cadere in un pozzo profondo e imparare dall’immenso dolore che si porta dentro, per evitare di ripetere lo stesso errore: rifiutarsi di amare per la sola paura di ciò che potrebbe accadere all’umanità.

Questa volta arriverà il lieto fine per Jev e Lilith?

Chi è Meth e cosa succederà quando incontrerà Mike?

la citta degli angeli by stefania gil

«Dov’è Jev?» chiese Mike serio.
«Rilassati, è in camera con tre ragazze stupende» disse Methraton ridendo quando vide l’espressione di panico degli Arcangeli. «Io sono Methraton, a proposito» disse a Gabriel, Uryan e Ralph, e quasi non si staccò loro la mascella a sentire quel nome.
Nel mondo celeste era una leggenda. L’angelo ribelle. Colui che aveva voltato le spalle a Jev.
Mike cominciò a camminare verso la stanza dove si trovava il suo creatore.
Methraton lo fermò.
«Calmati,» gli ordinò. «Prima parliamo e poi puoi interrompere la festicciola che stanno tenendo là dentro.»
Si potevano sentire gemiti di piacere provenire dalla stanza.
«Tu non puoi ordinarmi proprio niente da quando hai deciso di dire basta!»
Mike cominciava ad infuriarsi.
«Ahhh, caro Mike», Methraton lo condusse verso il divano del salotto, «mi sei sempre sembrato un po’ impulsivo. Non puoi giudicare un uomo innamorato che ha perso la donna che ama. Cosa potrebbe succedere se tu perdessi Cristine?»
«È successo tutto questo per Lilith?» chiese Ralph sorpreso mentre spostava un paio di mutandine di pizzo rosso dal divano.
Si sedette accanto a Mike.
Methraton, serio, li guardò tutti.
«Andiamo al bar dell’hotel e parliamo. Devo uscire da questo casino, bere qualcosa e mangiare.»
«Non andiamo proprio da nessuna parte senza Jev» protestò Mike.

«Smettila di fare il brontolone e l’impertinente, Mike.» Rispose Methraton camminando verso la porta. «Ho una legione di angeli in tutto l’hotel disposti a prendersi cura di Jev in ogni momento. Quindi alza il culo e vieni a bere un bicchiere con un vecchio amico.»

Acquistare adesso:

La città degli Angeli

Leggi un’anteprima di questo libro:

Compartir en las redes:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *